Andres Hunger UX Web designer  
WINNER OF THE DAY Featured of the Day



Translate

Pages

Nuovo algoritmo SEO Google 2018

undefined

Le nuove disposizioni dei Meta tags

Nel nuovo anno 2018 Google ha già apportato diversi aggiornamenti al suo algoritmo e alle sue pagine dei risultati di ricerca - inclusi i meta tag.


Tra questi aggiornamenti vi sono le ricerche vocali e localizzate, che stanno cambiando il modo in cui viene implementata la SEO.
Google si aggiorna costantemente. Questo significa che la SEO si sta evolvendo, come sempre.

Nessuno sa per certo come si evolveranno esattamente i cambiamenti futuri, ma sappiamo che l'infrastruttura del sito web deve essere costruita correttamente.

Alcuni degli elementi più importanti del SEO sono i meta tag di un sito web.
Tecnicamente, molti elementi di una pagina web sono "meta tag": tag HTML che di solito non sono visibili alla maggior parte dei visitatori e che sono molto importanti per i robot dei motori di ricerca.

I tag su cui mi concentrerò in questo articolo sono i tag Meta Title e Meta Description, con alcune parole riguardanti le intestazioni e il tag meta Keywords ormai obsoleto.

I meta tag sono ciò che fa risaltare il tuo sito nei risultati di ricerca o, in alcuni casi, fa l'esatto opposto. Il meta titolo ideale aumenta l'attenzione degli utenti, e la meta description stuzzica un utente abbastanza da farli entrare nel sito.

2018 potrebbe vedere alcune ricerche più specifiche e personalizzate, ma al momento non è possibile creare meta tag specifici per ogni query mai posta (anche con l'aumento dell'IA).

Ecco una lista di controllo con gli elementi più importanti che un Meta Title dovrebbe includere:

1. GRAMMAR
Negli anni precedenti, i KW sarebbero stati i primi in questa lista, ma con l'algoritmo intelligente di Google in continua evoluzione, gli utenti non hanno bisogno di KW ingoiati, ma piuttosto di informazioni rilevanti che rispondono alle loro esigenze
L'attenzione di Google è sull'intento dell'utente e su UX , non su riempimento KW: mantenere il titolo grammaticalmente corretto
Il tuo sito si classificherà bene finché trasmetti un buon messaggio.


2. KW
Dopo aver fatto una ricerca KW ben pianificata , considera il KW più rilevante da attuare nel titolo; quel termine di ricerca dovrebbe essere usato il più vicino possibile all'inizio del titolo
o Il posizionamento errato di un semplice KW può portare a una diminuzione delle classifiche, o mantenere una pagina risalente.


3. BREVE E AL PUNTO
La lunghezza deve essere di circa 55-70 caratteri
Tieni presente che quel numero è solo una stima. Il motivo: Google taglia titoli che sono più lunghi di 600 pixel . Ciò significa che la lunghezza visiva di un titolo nei risultati di ricerca è più importante del numero effettivo di caratteri. Le cifre e le lettere strette occupano meno spazio di quelle ampie, ad esempio "1", "t" e "I", rispetto a "7", "M" e "W".


o SEOMofo ha pubblicato un caso di studio molto interessante su questo argomento qualche tempo fa, che è ancora rilevante (il sito Web aggiorna anche i test) e si è rivelato un risultato molto interessante: un meta titolo di 107 caratteri che viene mostrato in SERP (!)


4. NESSUNA PROMO
Rendilo NATURALE ! Nessuno stile promozionale per pagine informative indirizzate al traffico organico - altrimenti, Google lo considererà come spam e, molto probabilmente, con buone ragioni.


Tenete presente l'intento dei vostri visitatori e il vostro sito funzionerà meglio - non tutti i KW valgono questo immobile, e se gli utenti non troveranno quello che stanno cercando una volta sul vostro sito, lasceranno.


5. UNICITÀ
Proprio come i contenuti duplicati su una pagina, Google non è un fan dei titoli duplicati (e delle descrizioni, se è per questo) e verrà mostrato nelle prestazioni del tuo sito - assicurati che ogni pagina abbia il suo titolo unico.

INFO TAB
Un'altra cosa da tenere a mente è che il meta titolo apparirà nella scheda aperta quando si sfoglia una pagina.
Questo serve come elemento informativo per aiutare UX e la navigazione dell'utente.
Idealmente, vorrai che tutte le informazioni rilevanti siano mostrate il più possibile evidenti.

Come accennato in precedenza, il meta titolo ha molta influenza sulle classifiche di una pagina e sul suo CTR, e potrebbe benissimo essere il meta tag più forte nel 2018, ma non è affatto l'unico.

INSERISCI LA META DESCRIPTION

La meta description è, letteralmente, una descrizione di una pagina. Si trova appena sotto il meta titolo nei risultati di ricerca, e non può essere visto da un visitatore una volta che entrano nel sito. In passato, sembrava avere più potere in termini di classifiche di una pagina, in modo simile al meta titolo, ma in questo giorno ed età, dopo aver attraversato molti aggiornamenti e cambiamenti, il suo scopo è cambiato.

Il suo attuale obiettivo principale è quello di dire all'utente di che cosa tratta una pagina (un teaser o un blurb, di sorta), e di farlo in modo seducente. Questo è il motivo per cui la meta description è così importante: è uno dei principali fattori che aiutano il CTR di una pagina.

Ecco le ultime best practice e notizie sulle meta descrizioni:

1. META DESCRIZIONE LUNGHEZZA - AGGIORNAMENTI!
Solo fino a diversi giorni fa, la lunghezza raccomandata per una meta description era di circa 155-160 caratteri, come suggerito dai professionisti SEO di MOZ.

Negli ultimi giorni, Danny Sullivan stesso (da una delle divisioni di ricerca di Google) ha ammesso che le descrizioni sono ora più lunghe - il consenso generale online è che la lunghezza è attualmente di circa 230 caratteri. Questa è la risposta di Sullivan a Barry Schwartz di Search Engine Land su Twitter:
La risposta di Danny Sullivan a Search Engine Land su TwitterRisultati diversi mostrano lunghezze diverse e alcuni siti presentano anche descrizioni di oltre 300 (!) Caratteri

2. KW
Sì, dovresti includere anche il tuo KW nella meta description - è importante! Questo serve come un altro modo per dire agli utenti che hanno trovato le informazioni che stavano cercando - e ovviamente più informativo del meta title, badate bene:
meta description keywords

Non esagerare con il KW, tuttavia - il suo ricorrere nella descrizione non lo rinforza necessariamente; infatti, farlo potrebbe finire per fare il contrario.


3. FARE CLIC SU
Ricorda: lo scopo principale della meta descrizione è quello di aumentare l'interesse dell'utente, rimanendo comunque pertinenti ai contenuti della pagina.
Fai il conteggio delle copie - racconta ai visitatori di cosa tratta la pagina, senza rivelare immediatamente tutti i tuoi segreti.
Pensa a qualcosa che sia facile da leggere e avvincente.

4. UNICITÀ
Esattamente come Titoli Meta: dai a ciascuna pagina una descrizione fatta su misura per questo.

INTESTAZIONI

Non possono essere generalmente definiti "meta tag", ma le intestazioni (spesso definite anche "titoli" o più comunemente indirizzate come "titoli" confusi) sono quasi importanti quanto i meta-titoli e le descrizioni. Tag di intestazione, codificati in numeri, dimensioni e importanza a partire da 1 in poi (il tag <h1> è l'intestazione più grande e più importante, <h2> il secondo e così via), sono effettivamente visibili su una pagina quando un l'utente entra nel sito e non nei risultati di ricerca, al contrario di titoli e descrizioni.

In effetti, sono abbastanza importanti da essere i titoli principali di una pagina - tanto è vero che è la migliore pratica SEO per assicurarsi che la tua pagina abbia un'intestazione H1 (il tuo titolo principale) il più in alto possibile sulla tua pagina, e diversi Intestazioni H2 da seguire.

META KW
Il meta tag di KWs è uno di quelli che io stesso ho usato parecchio in passato e che, come detto sopra, è diventato obsoleto.
L'idea alla base di questo tag era piuttosto diretta e di base: utilizza le parole chiave per le quali desideri classificare e Google le terrà in considerazione nel suo algoritmo.

Tuttavia, molti webmaster hanno abusato di questo tag per posizionarsi il più in alto possibile (puoi biasimarli?), Il che ha portato a un altro aggiornamento di Google, un algoritmo più intelligente, che alla fine ignorava del tutto questo tag.

C'è ancora qualche discussione riguardo questo tag e se ha o meno alcun tipo di effetto su una pagina.
La nostra raccomandazione è di rimuovere completamente i meta KW, ovunque essi compaiano.

Riteniamo che potrebbero essere considerati un fattore di spam negli occhi di Google (sappiamo che è in Bing ).

Inoltre, i meta KW consentono ai tuoi concorrenti di capire ancora meglio quali KW stai bersagliando e su quali pagine...

 

Fonte

Marketing Conference

Marketing Conference

TRASFORMIAMO IL MARKETING IN PURA ENERGIA

Marketing Conference  MailUp

12 dicembre 2017 / 8.30 - 18.00

Palazzo Mezzanotte Piazza degli Affari, 20123 Milano
La storica sede della Borsa di Milano, in Piazza Affari: un luogo iconico, facile da raggiungere e impossibile da dimenticare.

Speaker italiani e internazionali, approfondimenti di scenario, casi studio. Analizziamo trend, dati e strategie per capire dai protagonisti il presente e il futuro del Marketing.

Vedi tutto nel sito istituzionale

 

 MailUp

 

Digital Strategy

L'ultima frontiera del Marketing

Digital Stategy Rimini

Come Aumentare il fatturato con la strategia digitale: Casi concreti di successo di aziende romagnole.
Vieni a scoprire i nuovi orizzonti del business digitale, fuori dagli schemi tradizionali.

26.10.2017 -
Palazzo Ghetti
Sede Banca Malatestiana
Sala M.Fabbri
Via XIX Settembre 63 - Rimini

Strategia Digitale oggi

Strategia Digitale

strategia digitale o meglio digital strategy

Oggi si parla molto di strategia digitale o meglio digital strategy, obiettivi chiari, comunicazione integrata e analisi dei risultati e molta creatività per essere competitivi e non scontati.

Ma spesso non si tiene in considerazione la nostra società, che cambia e muta cambiando le regole del gioco.
La digital strategy non è qualcosa che ha effetti solo online ma deve abbracciare tutta la tecnologia;
sapendo sempre molto bene usare i mezzi a disposizione, come la potente e sacra TV analogica oggi SmartTV regina assoluta sulla comunicazione diretta alle grandi masse;
l’importante è vedere il marketing nel suo complesso, fatto di punti di contatto online e offline, è integrarli al meglio,
alla base di tutto sempre la genialità del team.

Oggi e sempre più difficile captare l'esigenza del cliente e proporre la giusta strategia, se prima eravamo una novità ora e sempre tutto più veloce ed immediato, per essere competitivi secondo il mio modesto parere si deve instaurare un legame di fiducia.

Ad esempio nessuno si poteva immaginare che in questo mondo digitale, il vecchio vinile ritornasse in auge e che il formato MP3 che ha segnato una generazione è ufficialmente morto pur essendo una icona del digitale.

Nulla e mai certo tutto e mutabile, ma penso che questo faccia parte del gioco ;-)

 

 

Hermès digital strategy

Hermès ripensa alla sua strategia digitale!

Quando si parla di strategia digitale è sempre bene guardarsi attorno, anlizzare bene obiettivi e strumneti.
Ecco un esempio sulla moda.

“Il 2017 sarà per noi un anno di grandi cambiamenti dal punto di vista digitale”, ha dichiarato Axel Dumas, alla guida di Hermès, in occasione della presentazione dei risultati annuali. Dumas non ha comunicato cifre relative all’e-commerce della maison del lusso, ma ha rivelato che: “il tasso di crescita del sito è nettamente superiore alla crescita del fatturato globale dell’azienda”.

Di fatto, in occasione delle vendite natalizie, l’e-shop di Hermès si è aggiudicato il primo posto tra le boutique del gruppo per quanto riguarda la vendita a livello mondiale di cravatte. Come ricorda Dumas:

“Hermès è stata la prima griffe del gruppo ad aprire un e-commerce nel 2001, in particolare negli Stati Uniti. Siamo prima di tutto commercianti e volevamo debuttare direttamente con le vendite online, piuttosto che consacrarci a un sito istituzionale”.

Nel frattempo, il sito è invecchiato, mentre le nuove tecnologie avanzano velocemente.
“Concentrandoci su una grande qualità delle immagini, abbiamo accumulato del ritardo per quanto riguarda le applicazioni mobili”,
ha ammesso il patron della maison francese, che riconosce anche la scarsa chiarezza del sito attuale:

“Per comunicare meglio la magia di Hermès, avevamo deciso di fare un sito dove la gente si potesse perdere. Risultato: le persone si sono perse davvero!”.

Da qui, l’esigenza attuale del gruppo di rivedere profondamente la sua strategia digitale. È Wilfried Guerrand, già a capo delle calzature e del prêt-à-porter donna, che da un anno e mezzo si sta occupando del progetto. L’idea è di fondere l’e-commerce con il sito istituzionale. “Speriamo di lanciare il nuovo sito nel 2017, iniziando a fare dei test in un Paese di piccole dimensioni”, ha concluso Axel Dumas.

Di Dominique Muret Versione italiana di Laura Galbiati fonte: it.fashionnetwork.com

Per tutti coloro che non credono più nel web... Oggi è ancora più vivo!
Alla base di tutto, rinnovamento che avviene soltanto investendo in risorse umane... solo cosi si potrà fare la differenza...

 

Digital strategy

undefined

Strategie web & Strategia Digitale

Utilizzando la giusta strategia digitale si può competere nel marcato internazionale e nazionale, competenze e serietà fanno la differenza!

Costruire una comunicazione efficace sul web
Che tu sia un’azienda di piccole, medie o grandi dimensioni, per poter costruire una comunicazione efficace sul web devi avere ben chiari i tuoi obiettivi: vuoi raggiungere nuovi mercati? Lanciare un nuovo prodotto o trovare nuovi clienti?

Ecco perché oggi si parla di Strategia 

La definizione di un Piano Strategico Digitale (Digital Strategy) permette alle aziende di determinare e formalizzare in un unico documento, la migliore Strategia web da adottare, gli obiettivi e le azioni da intraprendere in relazione a fattori chiave quali: 

  • Mission;
  • Valori chiave dell'impresa;
  • Strategia Istituzionale;
  • Filosofia dell'impresa;
  • Sistema delle idee dominanti;
  • Carattere dell'organizzazione.

La presenza di un Piano Strategico Digitale, consente di comunicare a tutti i livelli aziendali ed in particolare ai responsabili operativi, le modalità previste di sviluppo dei nuovi canali digitali e le relative implicazioni dal punto di vista commerciale, marketing, organizzativo, logistico ed informatico al fine di monitorare lo stato di avanzamento e massimizzare le performance del nuovo canale distributivo e di comunicazione.

undefined

Il punto di partenza è la definizione congiunta, tra le varie funzioni aziendali, delle linee guida strategiche di lungo periodo, in relazione agli obiettivi commerciali e marketing, nel rispetto dei punti di forza e di debolezza aziendale emersi dalla Swot Analysis.

La costruzione di una pianificazione formale, operativa, diminuisce le possibilità che lo sviluppo commerciale attraverso i nuovi canali digitali rimanga un "libro dei sogni", riducendo l'orizzonte temporale, determinando le prassi organizzative e metodologiche con cui si dovrà pervenire alle scelte strategiche e le relative modalità di perseguimento...

HTML5  web Developer Andres Hunger
CSS3 web Developer Andres Hunger
javascript web Developer Andres Hunger
jQuery web Developer Andres Hunger
Bootstrap Andres Hunger Blog
WP Developer Andres Hunger